IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione > LARA GROOVE

LARA GROOVE Milano

Prima ancora della trap e altre cose, c'era una volta un modo di fare rap genuino e molto vicino al pop, al soul. I Lara Groove con l'EP "Milano" fanno un salto a piedi uniti verso quel tipo di immaginario che negli Anni Novanta era un marchio di fabbrica in Italia, e che oggi si è perso a tal punto da risultare vago ricordo persino nella testa dei quarantenni. "Milano" ha una bella atmosfera: l'uso delle due voci (maschio/femmina) è perfetto e caratterizza piuttosto bene il progetto. La parte musicale non è originalissima ma ha il pregio di essere…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

lara groove milano

Prima ancora della trap e altre cose, c’era una volta un modo di fare rap genuino e molto vicino al pop, al soul. I Lara Groove con l’EP “Milano” fanno un salto a piedi uniti verso quel tipo di immaginario che negli Anni Novanta era un marchio di fabbrica in Italia, e che oggi si è perso a tal punto da risultare vago ricordo persino nella testa dei quarantenni.

“Milano” ha una bella atmosfera: l’uso delle due voci (maschio/femmina) è perfetto e caratterizza piuttosto bene il progetto. La parte musicale non è originalissima ma ha il pregio di essere proposta con una discreta tecnica. Il brano migliore? Manco a dirlo la title track, ma occhio anche a “Ti ho vista” e “Tutto quello che so”.

In conclusione: un EP che ha qualcosa da dire.

Tag