IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > LINDA COLLINS

LINDA COLLINS Tied

Quello dei Linda Collins è un esordio convincente che speriamo non resti un episodio isolato. Anzi, mettiamola così: sarà stato un debutto convincente se fra qualche anno sapranno replicare le cose positive (suono, arrangiamenti e atmosfere) e migliorare la forma-canzone, che al momento dialoga con l'ascoltatore soltanto a fasi alterne (forse giusto in "External"). Insomma, . Il genere dei Nostri? Un indie pop a tratti jazzato con ampie concessioni all'elettronica e al post-rock - un'atmosfera che tende la…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

linda collins

Quello dei Linda Collins è un esordio convincente che speriamo non resti un episodio isolato. Anzi, mettiamola così: sarà stato un debutto convincente se fra qualche anno sapranno replicare le cose positive (suono, arrangiamenti e atmosfere) e migliorare la forma-canzone, che al momento dialoga con l’ascoltatore soltanto a fasi alterne (forse giusto in “External”). Insomma, c’è un bell’immaginario come punto di partenza, che guarda dichiaratamente fuori dai confini italiani (e non soltanto per l’uso della lingua inglese). Il genere dei Nostri? Un indie pop a tratti jazzato con ampie concessioni all’elettronica e al post-rock – un’atmosfera che tende la mano più al passato che al presente ma il disco nel suo complesso risulta attualissimo e non vecchio, complice anche un bel lavoro in cabina di regia, con una produzione asciutta e una cura del suono che pone l’opera dei Linda Collins già a un discreto livello.

Nel complesso, un ascolto interessante. Ci sono ampi margini di miglioramento.

Tag