IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Cinema2019

Cinema2019

MA Tate Taylor

ma
Cosa possa spingere un valido regista come Tate Taylor, una premio Oscar come Octavia Spencer e una discreta casa di produzione come la Blumhouse Productions, a firmare un film del genere ce lo siamo chiesti già a metà della proiezione, figuratevi poi alla fine... . La trama. Sue Ann (Octavia Spencer) è una donna solitaria, che vive in disparte, in una tranquilla cittadina dell'Ohio. Un giorno viene fermata da Maggie (Diana Silvers), un'adolescente da poco arrivata in città, che le chiede di comprare degli alcolici per…

Score

SCORE - 3

3

3

Cosa possa spingere un valido regista come Tate Taylor, una premio Oscar come Octavia Spencer e una discreta casa di produzione come la Blumhouse Productions, a firmare un film del...

Leggi Articolo »

L’IMMORTALE Marco D'Amore

limmortale
Manca di profondità, ma "L'immortale" è un discreto film. E chissà che non sia stato un esperimento in laboratorio, una sorta di "". Questo perché la pellicola apre un discreto numero di filoni narrativi, e il finale è apertissimo. Non è il classico spin-off utile a chiudere un cerchio, anzi, è proprio la cosa opposta. E qui ci fermiamo perché il rischio "spoiler" è dietro l'angolo. La trama. La pellicola, spin-off della serie televisiva "Gomorra", racconta le vicende di Ciro Di Marzio, interpretato nel film e…

Score

SCORE - 6

6

6

Manca di profondità, ma “L’immortale” è un discreto film. E chissà che non sia stato un esperimento in laboratorio, una sorta di “…vediamo la reazione che può avere, e magari...

Leggi Articolo »

LIGHT OF MY LIFE Casey Affleck

lightofmylife
Prima cosa: il trailer è più bello del film, anche se è costruito male, perché svela più di quello che dovrebbe svelare. Seconda cosa: Casey Affleck anche quando non è al massimo della forma (come in questo caso) resta un attore sublime, che riesce a dare al dolore sfumature che restano addosso allo spettatore. Insomma, questo per dire che "Light of My Life" non è assolutamente un brutto film, anche se prende troppo spunto da "The road" e vagamente da "I figli degli uomini". E' una pellicola costruita sull'emotività, con un finale al quale basta la scena conclusiva per…

Score

SCORE - 6.5

6.5

7

Prima cosa: il trailer è più bello del film, anche se è costruito male, perché svela più di quello che dovrebbe svelare. Seconda cosa: Casey Affleck anche quando non è...

Leggi Articolo »

PARASITE Bong Joon-ho

parasite
Ha vinto il Festival di Cannes 2019, è costato 10 e finora ha già incassato 100 e per molti è già un "cult". A noi invece sfugge il successo di questo "Parasite", commedia grottesca scritta (in parte) e diretta (in toto) da Bong Joon-ho che sinceramente è una banalissima trasposizione sul grande schermo di tante commedie teatrali dove l'equivoco o l'iperbole dominano incontrastati. Insomma, tanto rumore per nulla, anche perché entrando nel merito della visione, le lacune sono evidenti e grossolane. La trama. Grazie alla falsificazione di alcuni documenti, il primogenito di una famiglia povera che vive di sussidio…

Score

SCORE - 5

5

5

Ha vinto il Festival di Cannes 2019, è costato 10 e finora ha già incassato 100 e per molti è già un “cult”. A noi invece sfugge il successo di...

Leggi Articolo »

GLI UOMINI D’ORO Vincenzo Alfieri

gliuominidoro
"Gli uomini d'oro" è l'emblema dello stato attuale (?) del nostro cinema italiano: storie che sono storielle, i soliti attori che si girano le parti di film in film e l'incapacità ormai cronica di strappare un sorriso con qualcosa di davvero originale. Insomma, male. La trama. Il film è ispirato a un fatto di cronaca avvenuto a Torino nel 1996. Luigi (Giampaolo Morelli) è un impiegato delle poste che si vede sfumare davanti agli occhi l'agognata pensione anticipata a causa della riforma Dini. Decide quindi di vendicarsi e organizzare con i suoi colleghi una rapina al furgone portavalori che…

Score

SCORE - 5

5

5

“Gli uomini d’oro” è l’emblema dello stato attuale (?) del nostro cinema italiano: storie che sono storielle, i soliti attori che si girano le parti di film in film e...

Leggi Articolo »

DOCTOR SLEEP Mike Flanagan

doctor sleep
C'erano tutti gli ingredienti perché uscisse una porcata (grande attesa, cast sulla carta non particolarmente vibrante, il confronto con il passato), e invece questa versione cinematografica di "Doctor Sleep" fa un figurone. Intanto perché tutto il cast va oltre le aspettative, poi perché l'estetica della pellicola è valida e la narrazione scorre fluida non lasciando buchi qua e là. Insomma, una bella sorpresa. La trama. Il film è un adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Stephen King. Con Ewan McGregor che interpreta Danny Torrance, un uomo con poteri psichici che lotta con l'alcolismo. L'opera di King è ovviamente il sequel…

Score

SCORE - 7.5

7.5

8

C’erano tutti gli ingredienti perché uscisse una porcata (grande attesa, cast sulla carta non particolarmente vibrante, il confronto con il passato), e invece questa versione cinematografica di “Doctor Sleep” fa...

Leggi Articolo »

TERMINATOR – DESTINO OSCURO Tim Miller

terminator destino oscuro
A questi livelli è quasi una rarità imbattersi in film che possono fare sfoggio di una narrazione banale, di un cast male assortito, di una recitazione dei singoli lacunosa e di un doppiaggio pessimo. Una rarità perché nel caso specifico parliamo di un marchio fortissimo e perché il budget usato è stato di 160 milioni di dollari. Una "paccata di soldi" (ipse dixit) veramente male utilizzata. Questo perché "Terminator - Destino Oscuro" è un film brutto. Con una storia che si trascina lungo un territorio già battuto (il cattivo che insegue i buoni) e con un paio di colpi…

Score

SCORE - 4

4

4

A questi livelli è quasi una rarità imbattersi in film che possono fare sfoggio di una narrazione banale, di un cast male assortito, di una recitazione dei singoli lacunosa e...

Leggi Articolo »

FINCHÉ MORTE NON CI SEPARI Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett

finche morte non ci separi
Non male. "Finché morte non ci separi" ha il merito di essere tante cose: è un po' horror, un po' commedia, un po' thriller. Un po' tutto e un po' niente di specifico, e questo consente alla pellicola di intercettare l'interesse di un pubblico ampio. E' il classico film senza pretese, che però ha diverse intuizioni intelligenti (il finale è semplice ma efficace) e a livello stilistico è fatto molto bene. Insomma, è un buon investimento. La trama. Grace (Samara Weaving) sposa Alex Le Domas (Mark O'Brien), il rampollo di una ricca ed eccentrica famiglia che realizza famosi giochi…

Score

SCORE - 6.5

6.5

7

Non male. “Finché morte non ci separi” ha il merito di essere tante cose: è un po’ horror, un po’ commedia, un po’ thriller. Un po’ tutto e un po’...

Leggi Articolo »

THE INFORMER Andrea Di Stefano

theinformer
E' una stagione balorda, quella 2019. Infatti "The Informer" conferma la regola degli ultimi mesi, con film che partono bene ma poi naufragano in finali improponibili o credibili come una banconota da 2 euro. Peccato, perché questa volta - nonostante il cast - ci avevamo creduto. Purtroppo però il finale è da mani nei capelli. La trama. Pete Koslow (Joel Kinnaman), un ex criminale ravveduto ed ex soldato delle forze speciali, sta lavorando sotto copertura per l'FBI per infiltrarsi nel traffico di droga della malavita polacca a New York. La sua missione diventa una corsa contro il tempo quando un affare di droga…

Score

SCORE - 5

5

5

E’ una stagione balorda, quella 2019. Infatti “The Informer” conferma la regola degli ultimi mesi, con film che partono bene ma poi naufragano in finali improponibili o credibili come una...

Leggi Articolo »

THE KILL TEAM Dan Krauss

the kill team
Tutto un po' troppo superficiale nonostante le premesse e un Alexander Skarsgård che nei ruoli del "cattivo" di turno continua a piacere. "The Kill Team" è un film che non decolla mai veramente: i personaggi hanno una profondità minima, la narrazione è lacunosa (manca la ragione vera del perché si compiono le azioni) e il cast non brilla di luce propria, a esclusione di Skarsgård. La trama. Andrew Briggman (Nat Wolff), un soldato americano di stanza a Kabul, viene assegnato al plotone del carismatico sergente Deeks (Skarsgård). Durante un'operazione di antiterrorismo, assiste all'uccisione a sangue freddo di un civile…

Score

SCORE - 5

5

5

Tutto un po’ troppo superficiale nonostante le premesse e un Alexander Skarsgård che nei ruoli del “cattivo” di turno continua a piacere. “The Kill Team” è un film che non...

Leggi Articolo »